martedì 12 gennaio 2021

Una Vita: Le ragioni del nuovo salto temporale di 5 anni!


Già abbiamo parlato del nuovo salto temporale di Una Vita che ci porterà avanti di cinque anni, rispetto all'epoca che stiamo vivendo dopo il primo, avvenuto poco tempo fa in Italia ma perché realizzarne un altro, dopo quello avvenuto di recente?

Le Anticipazioni ci dicono che gli autori di Una Vita, unitamente alla produzione, hanno ritenuto opportuno non raccontare alcuni annate come il 1914, anno in cui ci troviamo attualmente nelle puntate italiane e che è quello dell'esplosione della Prima Guerra Mondiale a cui la Spagna non ha preso parte ma che ha avuto comunque conseguenze per il Paese.

La stessa scelta è stata fatta per quel che riguarda il periodo che va dal 1918 al 1920, anni in cui è esplosa la pandemia legata all'influenza spagnola, un argomento troppo simile al CoronaVirus che gli autori hanno preferito bypassare per questioni di opportunità e buongusto.  Il balzo temporale al 1920 ha quindi senso ed è mirato a raccontare storie intriganti ma prive di elementi che possano turbare il pubblico in un periodo nel quale i pensieri sono già troppi.

Nessun commento:

Posta un commento